Perché non mi sono sposato dal boss delle cerimonie

“Papà, ma pure tu e mamma vi siete sposati nel castello del boss?”
“Ma quale boss?”
“Quello delle cerimonie
“Ma tu sei pazzo”.
“Perché?”
“Mica a Napoli tutti si sposano come fa vedere in tv? Quelle sono cafonate”.
“E che hai fatto quella mattina?”
“Non ho fatto la lampada, non sono andato dal barbiere, non ho fatto una foto e non è venuto manco un amico ad aggiustarmi il nodo della cravatta”.
“Io quando mi sposo voglio tutti gli amici a casa”.
“Si può festeggiare anche in modo più sobrio”.
“E che significa?”
“Con moderazione. Mica per quel giorno uno deve spendere tutti i soldi che ha in fuochi d’artificio, colombi viaggiatori, macchine da principessa e cantanti”.
“Neanche la serenata sotto il balcone di mamma hai fatto fare?”
“Purtroppo Vasco Rossi non era disponibile e così non è venuto nessuno”.
“E che avete mangiato?”
“La nostra era una cena e non un sequestro di persona che iniziava alle 10 di mattina per cui non abbiamo fatto molte portate. Per noi era importante che ci fosse pesce fresco e vino buono”.
“Neanche un po’ di carne? In tv hanno mangiato tutte e due le cose”.
“L’unica persona che ha mangiato carne è mio cugino che è intollerante ai crostacei e odia il pesce”.
“Ma lo avete fatto il film?”
“Non potevamo permetterci quei registi come fa vedere nel programma e abbiamo fatto solo qualche foto durante la serata. Pensa che ho dovuto quasi litigare con tua mamma per farci qualche scatto in posa davanti con la torta”.
“Allora non poteva proprio andare al castello del boss”.
“Secondo me le sarebbero venute le bolle come sono venute a me ascoltando i commenti e le interviste ai protagonisti del reality”.
“Allora si può fare la festa in tanti modi?”
“Certo, mica tutti i napoletani si sposano alla Sonrisa (ndr castello a cinque stelle dove è ambientata la trasmissione)”.
“Avevo capito così”.
“Mica tutti i milanesi pensano solo al lavoro? Mica tutti i dipendenti pubblici non fanno il proprio dovere? Mica tutti i Veneti sono razzisti? Mica tutti i Siciliani sono mafiosi? Mica chi lavora nella moda è gay? Mica i blogger non hanno niente da fare perciò scrivono?”
“Però io mi voglio sposare con la Ferrari”.
“Mica tutti le ciambelle riescono col buco?”

P.S. Al mio matrimonio la bomboniera è stata una bottiglia di Lacryma Christi del Vesuvio dell’azienda Sannino di Ercolano. 
P.S.2 Ho visto gente andar via con due o tre bomboniere tra le mani con la scusa che ci teneva molto al ricordo.

25 comments

  1. ReplyChiaraB

    Grazie di questo post! 🙂 Ho una sorella fidanzata con un campano e vedendo quel programma abbiamo tremato… lei compresa! Ti seguo davvero con piacere!

  2. ReplyMe stessa - Bimbo cercasi

    Sono contenta di non guardare la tv, sono doppiamente contenta che se anche volessi guardare la tv vivo in Francia a quindi non m’imbatterei nel suddetto programma.
    Pensa io del profondo nord mi sono sposata a Napoli…però non come al boss delle cerimonie, giuro! E anche noi abbiamo fatto una bottiglia di vino come bomboniera, un vino spagnolo che sono stati tutti molto contenti di avere!

  3. ReplyAnonymous

    Io sn di napoli ..e nn bisogna fare di tutta l’erba un fascio..si sa che in tv tt è ingrandito e cmq ognuno si sposa in base alle sue possibilita’.non tutti i napoletani sono eccessivi e cafoni.Napoli è di sapori semplici e un mix ..è bella cosi com’è nn ridicolarizziamola che già ci penalizzano x ogni cosa..tanto si sa il buono e il cattivo esiste ed è ovunque . … W la semplicita’ tanto o fai poco o fai tanto se devono criticare.criticheranno comunque .. 🙂 complimenti per l articolo!

  4. ReplyAnonymous

    Distinguiamo i napoletani di napoli quelli mostrati in tv sono della provincia . Pochi km fanno la differenza

    1. ReplyAnonymous

      Non fanno nessunissima differenza infatti ho visto persone del centro di Napoli (che piú centro non si puo)fare dei veri e propri matrimoni da pacchiani cafoni e tamarri e persone di “provincia” che si sono sposate con estrema eleganza e semplicitá quindi smettiamola di sparare cazzate xfavore solo x tirare acqua al proprio mulino. L’erba cattiva è OVUNQUE e non per questo bisogna generalizzare cadendo nell’ignoranza e nella stupiditá!! Bha.

  5. ReplyFrancesco Uccello

    Daniele Ingrosso scusa ma tu che ne sai che ti permetti di dire che sono stato ipocrita. Non mi conosci, non sai chi sono e come conduco la mia vita per cui al massimo puoi dire di non essere d’accordo e lo accetto, ma che io sia ipocrita non te lo consento.
    Parlate e scrivete conoscendo e leggendo prima altrimenti chiudete la bocca.
    Per tua nota ho scritto perché conosco i meccanismi di quei matrimoni e le famiglie che vogliono festeggiare in quel modo molto, ma molto bene. Non ho detto che sbagliano, ma solo che non condivido e in tv ogni tanto si potrebbe mostrare della nostra città anche altro. Statt buon

  6. Replydaniele ingrosso

    I BUONISTI NON MI SONO MAI PIACIUTI… IO DA EX REGGIFLASH DI FOTOGRATO HO FATTO TANTISSIMI MATRIMONI…. E NONOSTANTE NON CONDIVIDA IL MODO DI FESTEGGIARE NEI DUE EPISODI DE “IL BOSS DELLE CERIMONIE” POSSO DIRE CHE QUELLI PROPOSTI SONO IN PERFETTA LINEA CON L’80% DEI MATRIMONI CHE HO VISTO… TUTTI A CASA HANNO UN “FILMINO” DEL MATRIMONIO (TRANNE TE) CHE HA ROTTO I MARONI A TUTTI I PARENTI. SFILZE E SFILZE DI FOTOGRAFIE (TRANNE TE) CHE CI VOLEVANO ORE INTERE PER VEDERLE). CHI DICE CHE QUESTO E’ UN MODO DI FESTEGGIARE DEI TAMARRI HA PERFETTAMENTE RAGIONE… MA PERCENTUALI ALLA MANO SONO LA STRAMAGGIORANZA DEI MATRIMONI NAPOLETANI.. NON CERTO LA TOTALITA’… POCHISSIMI I MATRIMONI CON QUARTETTI D’ARCHI…

    1. ReplyAndrea Baricchi

      La tua affermazione dell 80% va letta cosi: la tua ditta semplicemente NON prende contratti per matrimoni normali, ciò non vuol dire che i matrimoni normali non esistano o che siano la minor parte rispetto a quelli sfarzosi.

  7. ReplyFrancesco Uccello

    Ecco vedi Daniele su questo sono d’accordo. Non mi era piaciuto che avessi detto che quello che avevo scritto era ipocrita.
    Però sai ogni tanto farebbe piacere vedere la propria città non ridicolizzata, ma esaltata per lo stile e le bellezze e non solo per monnezze (che fa pure rima)

  8. ReplyAnonymous

    C’è chi si sposa in ql locale e non fa tta ql baldoria…. Ma semplicemente un ricevimento molto chic…. E non tutti i napoletani fanno QSt matrimoni anzi!!! Io credo che bisogna criticare solo real time ,che ha ft vd QSt lato di noi; la sonrisa e un locale stupendo e si sta benissimo…

  9. ReplyAngela Russo Spena

    Non è vero che l’80% dei matrimoni a Napoli sono come quelli del boss delle cerimonie. Io sono di Napoli, la mia famiglia è numerosa e posso dire che mai e poi mai mi sono trovata ad un matrimonio del genere. Io stessa mi sono sposata al Monastero di Santa Chiara ed abbiamo fatto una piccola cena nel Refettorio delle Clarisse annesso al monastero e qualche foto nello splendido chiostro maiolicato. Perciò non generalizziamo dicendo che la stragrande maggioranza festeggia in maniera così cafona!

  10. ReplyRosario Zappalà

    Se mi permetti Daniele voglio solo dire che se tu hai collaborato con fotografi come reggiflash o meglio Flashista e ci racconti che l’80% di matrimoni sono in perfetta linea di quello che ti fanno vedere in TV allora ti posso dire che hai fatto tantissimi matrimoni di merda ! sono 28 anni che mi occupo di videoriprese, e di matrimoni così li ho lasciati nel lontano 1993 ! credimi oggi i matrimoni napoletani sono ben altro.

    http://www.rosariozappala.it

  11. ReplyAnonymous

    Scusate… Premetto che non mi piace quel tipo di matrimonio… Ma mi chiedo, veramente se qualcuno ama sposarsi in un certo modo, cafone o non cafone, debba dare conto a tutti voi?????? Ognuno fa del giorno più bello della sua vita ciò che vuole…. Cavolo, sempre a giudicare!!!!!! Siamo in un paese liberooooooooooo!

  12. ReplyTheSwingingMom

    mi meraviglio di tanti commenti in “difesa” di quel ciarpame…è chiaro che ci gira intorno tutto un buisness che sfrutta esibizionismo-cattivo gusto di certi cafoni arricchiti e fa comodo alimentarli anziché offrire qualcosa di un attimino alternativo e più sobrio.

  13. ReplyFabrizio Chieppa

    Bravo Francesco ottimo articolo è un piacere iniziare a seguirti con questi presupposti, sempre piu spesso l’omologazione a tutti i costi sembra l’ unica via possibile . È utile far sapere ai nostri figli che sono infinite le scoperte che possiamo fare guardando oltre … Complimenti da un neo papà blogger, neo per il blogger, papà da 8 anni !


    1. Author
      ReplyFrancesco Uccello

      Grazie Fabrizio e in bocca al lupo per il tuo blog. Ci sono passato. Ora tocca darti da fare scrivendo un bel po’ di cose. Tienimi aggiornato.

  14. ReplyKatia

    Io volevo solo dire che la bottiglia come bomboniera (che ho già sentito altre volte) è un’idea fighissima. È così imbarazzante avere in casa oggetti brutti di cui spesso non riesci a liberarti, anche per scaramanzia verso la coppia che te lo ha regalato… 😉


    1. Author
      ReplyFrancesco Uccello

      Se ne avessi ancora una te la regalerei volentieri Katia, ma le bottiglie o meglio le bomboniere sono andate a ruba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *