Gli effetti della penna cancellina sui genitori e sul mondo

Basta penne cancelline, è ora di finirla.

Io dico NO alla penna cancellina perché alimenta il consumismo ed è una lenta sofferenza.

I compiti a casa di un bambino che frequenta una delle prime tre classi della scuola primaria, che andrebbero aboliti almeno per quelli che hanno un tempo prolungato, si potrebbero risolvere in circa 40-50 minuti, esagerando un’ora.

Grazie alla penna cancellina i compiti durano almeno un’ora in più rispetto al tempo che i bambini impiegano se non la usassero.

Il tempo perso serve a cancellare, a ricancellare, a fare il numero perfetto, a correggere di un centimetro il baffo della lettera A, insomma a rendere perfetto un tempo che si potrebbe impiegare in altro.

Gli effetti della penna cancellina sui genitori e sul mondo sono:

  1. Aumenta l’esaurimento perché tu vorresti finire il prima possibile ed invece sei costretto a guardare la manina di tuo figlio che con la velocità di un bradipo cancella il numero otto scritto non proprio esatto come se fosse un infinito in verticale.
  2. Genera la cazzimma nel bambino che vedendo il genitore sofferente aumenta il numero delle volte che secondo lui una parola va cancellata per essere riscritta.
  3. Crea persone indecise perché i bambini non sono più in grado di prendere una decisione definitiva poiché hanno sempre dalla loro la possibilità di correggere, di modificare. Sono dell’idea che è possibile tornare indietro per un errore, ma qui si sta creando l’illusione che ogni partenza è buona, che può essere fatto tutto tanto poi si cancella. Sti cazzi!
  4. Impoverisce la famiglia perché queste benedette penne contengono uno sputo di inchiostro che ti permette di scrivere massimo per una settimana. La conseguenza è che ne devi comprare pacchi interi per non parlare delle ricariche se hai una di marca Pilot che al pubblico costa tra i 2,10€ e i 2,50€
  5. Genera mercato nero perché ho visto genitori fuori scuola vendere a 1,50€ le Pilot di dubbia provenienza. Ho dei sospetti anche su un giro di falso
  6. Favorisce il consumismo perché sta diventando un oggetto di culto. Nessun bambino riesce a farne a meno e nuovi modelli sempre più spaziali stanno nascendo. Hanno presentato la nuova Pilot 7S che cancella a comando vocale.
  7. Le maestre sono nel business delle penne altrimenti non si spiegherebbe il perché di tale uso. Esiste una lobby delle penne cancelline che ha contatti con le maestre per spingere i bambini a correggere sempre di più i loro errori. Il motto è: Cancella oggi quello che potrai sbagliare domani.

Se anche tu sei un genitore stanco di vedere i tuoi figli cancellare ogni tre secondi mentre fanno i compiti condividi questo post con tutte le persone che conosci e invitale a fare lo stesso. DICIAMO NO ALLA PENNA CANCELLINA

3 comments

  1. ReplyGiusy

    Nn sono d’accordo!!! Se io posso far fare i compiti puliti e in ordine ai miei figli…perché nn devo? Alla fine se impieghiamo un po’più di tempo (che poi nn è detto) per aver un buon risultato, ribadisco, xkè no?!
    Poi oggi ci si può stressare x tutto…se si ha la predisposizione! E x il costo io compro le marche nn pubblicizzate che hanno lo stesso costo delle penne normali. Niente consumismo!!!!!
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *