I figli di genitori separati sono più fortunati?

Un bambino che ha i genitori separati è più fortunato?

In alcune circostanze può esserlo: I regali ricevuti da mamma e papà aumentano specie se a questi si sommano quelli ricevuti anche dai loro nuovi partner, i viaggi e le vacanze raddoppiano, le occasioni per andare al cinema o al pub o alle giostre si moltiplicano, le attenzioni crescono a dismisura, insomma dal punto di vista di un bambino, qualche volta, avere i genitori separati è una fortuna.

E’ da questo assunto che prende spunto il film “La mia famiglia a soqquadro“, una commedia di Max Nardari che uscirà il 30 Marzo dove ci sono alcuni attori di eccezione come Eleonora Giorgia e Ninni Bruschetta. 

Il protagonista, Martino, che frequenta la prima media si rende conto di essere l’unico a non avere i genitori separati e così quando gli si chiede che cosa di bello ha fatto nel weekend o dove è stato per le vacanze non ha molto da dire a differenza dei suoi compagni di classe. Ecco l’idea diabolica: far separare i suoi genitori per diventare un bambino come tutti gli altri e godere anche lui degli stessi fantastici benefici dei compagni.

A pensarci bene in alcuni momenti i bambini sembrano fare di tutto affinché i genitori si separino. Non avete mai avuto questa sensazione?

Logicamente prima di entrare nel ginepraio della discussione sull’argomento che è veramente molto delicato volevo sottolineare come questo punto di partenza sia un paradosso, ma che ci può servire sicuramente per fare una riflessione.

Alla fine del film infatti ho steso un decalogo di cose da fare che fanno bene alla famiglia e la mantengono felice per sempre, senza il rischio che qualche figlio architetti cose strane per innescare separazioni:

  • Una vacanza in più e meno soldi in banca.
  • Una sorpresa ogni tanto allontana i cattivi umori.
  • I regali non sono uno spreco. 
  • Baciarsi e abbracciarsi in presenza dei figli e con i figli. 
  • La cena tutti insieme è sacra specie per raccontarci le cose. 
  • Tutti danno una mano, nessuno si esaurisce a fare tutto. 
  • Non aspettare di separarti per fare uno sport, per ballare, suonare o fare un corso che ti piace.
  • Il tempo per sé stessi è sacrosanto, anche se si tratta di stare da solo in bagno per dieci minuti.
  • Giocare tutti insieme in casa o all’aperto. 
  • Creare un momento esclusivo con un figlio non significa abbandonare il resto della famiglia.
  • Imparare ad essere felici per quello che si ha e non tristi per quello che si vorrebbe. 
  • I figli imparano i valori delle cose dai genitori per cui tutto dipende da te. 

Volete sapere se Martino riuscirà a far separare i suoi genitori? Occorre andare al cinema per scoprirlo.

Mi raccomando andate e portate i bambini perché sapete che i figli dei genitori separati ci vanno in media una volta in più dei vostri. Mica vorrete farli sentire inferiori?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *