Scuola: Consigli per insegnanti.

Cari insegnanti, la scuola inizia ed ecco alcuni consigli.

Vi auguro di avere il coraggio…
 
di far volare i vostri ragazzi, non dal balcone, ma sulle ali dell’entusiasmo che la conoscenza e lo studio sanno offrire quando sono spinti dalla passione.
 
di trovare metodi alternativi per aiutare il bambino che resta indietro, che non sono quelli di fargli cambiare classe, ma di fare in modo che sia la classe a cambiare lui.
 
di spiegare ai genitori la differenza tra il rapporto educativo e quello d’amore, perché il bene non sempre ha gli strumenti né la verità assoluta.
 
di inventarvi qualcosa di nuovo, che affascini i bambini e i ragazzi, che li faccia innamorare di un poeta, di uno scrittore, di un musicista, di un’artista, di un matematico o di uno scienziato, almeno così già sapremo cosa vorranno fare da grandi.
 
di mettervi nei panni dei genitori quando si chiedono riunioni, materiali da portare a scuola, appuntamenti, laboratori pomeridiani extra e altro ancora perché, se è vero che bisogna essere partecipi, è vero pure che teniamo una vita.
 
di non fare questo mestiere se non vi piace, se non vi appassiona e se non siete preparati. E’ il regalo più grande che possiate fare ai bambini e ai loro genitori.
 
di chiedere alla scuola un impianto di amplificazione decente in modo che alle recite di fine anno non siano sempre i soliti della prima fila a potersi godere lo spettacolo e non ci siano quelli che gridano: “Voceeee”.
 
di essere maestri di vita, se si è capaci, perché “Non scholae, sed vitae discimus” (Non impariamo per la scuola, ma per la vita).
 
Auguri a tutti gli insegnanti, soprattutto a quelli bravi che sono tanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *