Mo te lo spiego a papà perché ci sono sempre i cattivi

“Non lo voglio vedere questo cartone perché c’è quello che mi fa paura”.
“Giriamo subito a papà”.
“Nooo, io voglio vedere”.
“Ma se tuo fratello ha paura, giriamo canale e basta”.
“Nooo, io voglio vedere”.
“Ma come dobbiamo fare che ti piacciono le cose dove ci sono i cattivi?”
“Papà, ma perché in ogni cosa c’è sempre uno cattivo?”.
“Hai ragione, ma poi vengono sempre sconfitti, non ti preoccupare”.
“A che serve che nei cartoni mettono uno cattivo?”
“Per dire che ci sono quelli buoni che si danno da fare”.
“Ma noi siamo buoni?”
“Certo, anche se a volte capita che non ci comportiamo proprio bene e allora diventiamo i cattivi per qualcun altro”.
“Ma esistono i cartoni dove sono tutti buoni?”
“Si. Nei Teletubbies per esempio”.
“Nooo, i Teletubbies no”.
“Lo so, neanche a me piacciono”.
“Quelli sono i cartoni dei piccoli”.
“Infatti quando uno diventa un po’ più grande impara che le cose non sono sempre perfette, ma può capitare che qualcosa le renda brutte”.
“Io voglio sempre le cose belle”.
“Si anche io, ma quando capita che qualcuno o qualcosa ce le rovina, allora dobbiamo impegnarci per farle andare bene”.
“E poi vanno bene?”
“Una volta superati gli ostacoli che mettono i cattivi le cose tornano ad essere belle”.
“Come nei cartoni che vediamo al cinema”.
“Si. E quando un cattivo viene sconfitto c’è sempre una grande soddisfazione perché ti senti molto più forte”.
“Allora io li voglio sconfiggere tutti”.
“Ce la farai sono convinto. E quando non ce la fai impara a chiedere aiuto perché se tutti insieme si lotta contro un solo cattivo sarà più facile sconfiggerlo”.
“Papà, mi accompagni nella stanzetta a prendere un gioco?”
“E perché devo venire pure io?”
“Perché è buio”.
“Ma io sono qui, non ti preoccupare. Basta che accendi la luce”.
“Si però se vieni anche tu si accende meglio”.
“Hai ragione, più siamo più luce facciamo”.

P.S. DA2 fa finta di essere cattivo. Fa il guappo di cartone: a casa buffone e fuori piagnone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *