Ti spiego la poesia del papà

“Bambini, ma non dovete dire niente a papà?”

“Auguri”.
“Va bé, ma almeno alza la testa quando lo dici”.
“Mmmmm”.
“E tu invece non devi dire niente a papà?”
“Prrrrr”.
“Ma io non lo so, vedi un po’ uno il giorno della sua festa che risposte deve avere”.
“Amore dai non ti preoccupare, si sono appena svegliati. Vedrai che stasera sarà bello”.

Tutta la giornata mi sono ripetuto la frase di MPS e ho aspettato la serata per conoscere l’esito.
Finalmente la poesia è arrivata, ma necessità spiegazione e commento

Caro Papà, ti puoi fermare per un momento ad ascoltare?
“E certo il Papà è uno che di regola non ascolta mai”.
Sempre in fretta ed assonnato qualche volta preoccupato
“Mi sembra giusto mica i papà sono freschi e riposati? E poi per natura il papà deve essere preoccupato perché deve portare i soldi a casa”.
Tempo libero non hai e non stiamo insieme mai 
“E’ normale devo lavorare? Che tempo libero vuoi che abbia. Hai ragione non stiamo insieme MAIII”.
poi la sera tu sei stanco, posso starti solo accanto e abbracciarti stretto stretto sul divano o nel tuo letto.
“E quindi visto che sono stanco non stare proprio addosso addosso. Fatti più in la e soprattutto la notte resta nel tuo letto“.
Io con te vorrei giocare, ma tu hai sempre da fare
“Infatti non giochiamo mai ne con i Lego ne con le carte, ne a fare la lotta ne con la pista dei treni”.
dai, su fermati papà, lascia tutto e vieni qua!
“Anche ora che sto scrivendo mi sarò alzato almeno 6 volte per pipì, acqua, sedare una lotta e qualche altra richiesta assurda, ma in fondo hai ragione perché i papà non lasciano mai le loro cose e non corrono mai dai loro figli”.
Dammi un bacio e una carezza e andrà via la tua stanchezza
“Il bacio e la carezza li prendo volentieri, ma stai sicuro che se la notte continuate a svegliarvi cento volte la mia stanchezza (e pure quella della mamma) non passerà mai.
AUGURI PAPA’
“E GRAZIE”

P.S. Stasera oltre a dirmi la poesia mi hanno regalato una serie di lavori fatti a scuola e quello che ci raffigura uguali con gli occhiali mi ha fatto davvero emozionare perché per chi non lo sapesse…e figli so’ piezz’ e core.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *