I buoni propositi da papà per il 2015

Nel 2015 voglio essere un papà migliore del 2014 e quindi ho deciso che devo riuscire a fare le cose che mi sono proposto.

Un uomo per essere un bravo papà deve esserlo agli occhi dei propri figli questo si sa, ma le persone ti considerano un bravo padre se è tua moglie o la tua compagna a parlare bene di te o ancora se hai una suocera che tesse le tue lodi, ma più di tutto si è un bravo papà se i tuoi fan e followers sono contenti di ciò che pubblichi.

  1. Portare i miei figli allo stadio: E’ già qualche mese che DA1 e DA2 mi chiedono di andare allo stadio a vedere una partita di calcio del Napoli. Credo proprio che li accontenterò quanto prima…e poi sai che belle foto vengono per Instagram a immortalare le emozioni di bambini che gioiscono vedendo la loro squadra del cuore.
  2. Zaini più leggeri: La battaglia sociale del 2015 sarà alleggerire gli zaini dei bambini che pesano una tonnellata con tutti quei libri e quaderni che non possono certo lasciare a scuola, per carità. La mattina sono costretto a portare, come un animale da soma, i due zaini e così non posso neanche scattare una foto di spalle ai bambini mentre felici entrano nel cortile della scuola accompagnati dal loro papà.
  3. Dormire tutta la notte senza svegliarsi: Un papà che la notte si alza svariate volte per accompagnare i propri figli in bagno o per portargli un bicchiere d’acqua o per tranquillizzare i bambini in seguito ad un brutto sogno è un papà assonnato che la mattina non riesce neanche a fare conversazione fuori scuola. Se questo accade gli altri genitori potrebbero leggerlo come segno di snobismo o di un papà che non vuole confrontarsi con gli altri, mentre invece è solo una questione di stanchezza per cui mi impegnerò a non alzarmi neanche una volta durante la notte.
  4. Fare i compiti scolastici il Venerdì: Basta passare la domenica pomeriggio o sera a fare i compiti. Anticipare tutto il lavoro al venerdì sarebbe un ottimo modo per trascorrere il weekend in serenità senza l’ansia di dover svolgere quella miriadi di compiti che i bambini hanno caso mai in due giorni gli venga formattato il cervello e quindi possano dimenticare tutto.
  5. Leggere, ogni sera, una storia: Sul divano o sul letto non ha importanza, quello che conta è leggere e spiegare. Per i bambini è rassicurante e un ricordo che resta impresso per sempre nelle loro menti. Per questo voglio impegnarmi nella lettura ad alta voce. E poi la foto di un papà che legge ai propri figli è un like assicurato da ogni fan.
  6. Diminuire il peso: Dopo la grande abbuffata delle feste col nuovo anno occorre darsi una regolata. Un papà pesante non giova ai figli perché se giochi alla lotta c’è il rischio di schiacciarli, se ti chiedono di correre dietro ad un pallone ti viene l’affanno e se li devi rincorrere perché hanno fatto qualcosa di sbagliato c’è il rischio di fare una brutta figura. Il mantra dell’anno sarà quindi la leggerezza. E poi pure le foto quando le metti su fb o twitter devono pesare poco altrimenti ci vuole molto per visualizzarle…sempre che la panza riesca a stare nel limite dello schermo di uno smartphone.

E voi quali buoni propositi avete fatto per il nuovo anno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *