Il compleanno: un giorno da ricordare

“Papà, ma quando sei nato tu che giorno era?”Compleanno Mo te lo spiego a papà

“Lunedì in Albis”.

“Ma ieri non era Pasqua”.

“Mica c’è sempre la stessa ricorrenza nel giorno del compleanno“.

“E oggi che si festeggia?”

“La giornata mondiale del libro“.

“Perciò per lavoro scrivi sempre?”

“Magari è un segno, magari è il regalo che mi farà la vita”.

“Quale?”

“Quello di scrivere storie che tutti possano leggere”.

“Papà, io leggo perché tu scrivi”.

Io leggo perché le storie ti portano lontano, nelle vite degli altri, nella penna di chi scrive, nelle parole dei protagonisti”.

“Ma poi torni?”

“Amore, torno non preoccuparti. Non potrei stare lontano da voi”.

“Papà, ti abbiamo fatto un regalo, tieni”.

“Una t-shirt col numero 23 così posso ricordarmi sempre che è il mio compleanno, grazie”.

“No papà, ha detto mamma che nel significato dei numeri il 23 è lo Scemo“.

“Vi amo”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *