Perché mio figlio vuole fare sempre quello che fanno gli altri

“Papà, vorrei fare karate”.bambino che imita

“Da dove è uscita questa cosa?”

“Filippo ha detto che è bellissimo. Mi ha fatto vedere anche un paio di mosse segrete”. 

 

“Papà posso smontare i Lego che ho in camera? Li voglio mettere tutti insieme”.

“Oddio, ne hai così tanti che se li mischi poi è una impresa ricostruire”.

“Sebastiano ha detto che è riuscito a fare delle case grandissime con tutti i pezzi”.

 

“Papà mi fai una sorellina? Ha detto Armando che è bello averne una”. “Papà prendiamo Italo per andare a Roma? Marco ha detto che il Frecciarossa è più lento”. “Papà io voglio il raggio protonico. Ha detto Nicola che distrugge anche l’acciaio”.

Io non so se mio figlio vuole fare quello che fanno gli altri perché è attratto dalle cose nuove che gli raccontano o solo perché desidera stare con gli amici e compiacerli.

Può essere mai che appena vede o sente una cosa fatta da altri la voglia ripetere o imitare come se non avesse carattere?

Mio figlio ha sempre voglia di stare con gli altri, di conoscere nuove persone, di giocare anche con estranei, forse è per questo che subisce tante influenze. Se fosse sempre da solo, seduto su un divano o in cameretta a giocare forse sarebbe convinto che quello che vede o fa sia la cosa migliore. 

La cosa che mi infastidisce però è pensare che un altro papà sia riuscito a far conoscere o a dire una cosa al proprio figlio facendola diventare un dogma. Un papà racconta di aver preso l’alta velocità con Italo e di colpo quello diventa il treno più veloce al mondo, anche di più di quelli giapponesi.

E’ bello per un padre sapere che il proprio figlio, affascinato dalle sue parole o da ciò che fa con lui, riesca addirittura a convincere altri bambini. E’ come se una tua azione, un consiglio, una frase riuscisse a contagiare positivamente il mondo.

Quindi il primo pensiero è: Non dico cose importanti per mio figlio? Non mi tiene in considerazione? Gli altri papà sono più bravi di me? Oddio non mi vorrà bene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *