I bambini hanno bisogno di un corso base

I bambini hanno bisogno di un corso base

Nascere al tempo di internet, degli smartphone di migliaia di euro, dei computer che fanno tutto non significa saperli usare. 

Nascere nell’era di DAZN, SKY SPORT e “Sciabolata morbida” non significa sapere giocare a calcio e ancora di più capirne. 

Nascere yuotuber perché i tuoi genitori ti permettono di dire quattro stupidaggini e caricarle in rete non significa conoscere un programma di editing video.

Nascere che tutti sanno allacciarsi le scarpe non significa saperlo fare. 

I manuali su come fare, i tutorial che ti spiegano ogni cosa e l’averlo visto cento volte ci fa pensare che i nostri figli abbiano un grado di conoscenza e di consapevolezza che parte da un gradino già avanzato. 

Secondo me occorre ripartire dai corsi base, ma nessuno ha voglia di mettersi accanto a un ragazzino e spiegargli passo dopo passo, dal vivo, come fare. 

Frequenti una scuola calcio e non sai palleggiare o non sai stoppare una palla? Come è possibile, qui già facciamo gli schemi. Eppure hai otto anni. 

Frequenti danza e non sai creare una coreografia? Non va bene, come pensi di andare ad Amici?

Vuoi fare lezioni di chitarra e non sai fare un giro di DO? Secondo me non hai proprio voglia di fare il musicista.

Tutti bravi a mettere su startup e poi nessuno che abbia voglia di avviare i bambini al mondo mostrandogli come si cammina, come si salva un file sul desktop, come si calcia un pallone.

Il problema è la società che corre veloce? La voglia di arrivare per primi?

Il problema è far bruciare le tappe ai nostri figli in modo da non restare indietro. 

Quando non hai le basi per farcela ti tocca trovare altre strade o arrangiarti. Pensi che leggere due cose ti basti, pensi che un titolo di studio non abbia valore, pensi che copiare sia il rimedio migliore, pensi che possa bastare il fisico, pensi che fare una diretta su Facebook o una stories su Instagram significhi essere attore o attrice.

Come al solito il problema dei bambini sono gli adulti, siamo noi che vorremmo sempre che qualcuno facesse ai nostri figli il corso base di qualcosa. E così facendo si presuppone che lo debba fare qualcun altro. Alla fine il pericolo è che questi bambini inciampino perché neanche i lacci si sanno fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *