Mo te lo spiego a papà i segreti dell’estate

“Più tardi andiamo in spiaggia a vedere le stelle cadenti”.
“Siiiii, evviva, le stelle cadentiiiiii”.
“Si, ma senza urlare altrimenti si spaventano e non cadono più”.
“Papà, ma perché cadono?”
“Cadono affinché noi possiamo esprimere un desiderio segreto”.
“Pure io voglio fare il desiderio segreto”.
“Va bene. Tu pensa una cosa che vorresti accadesse e non la dire a nessuno, poi stasera andiamo in spiaggia e alziamo la testa per vedere le stelle. Appena ne vedi una che sta cadendo esprimi quel desiderio e così si avvererà”.
“Wààà bellissimo. Papà, ma che cosa è un segreto?

“Il segreto è una cosa che non si vede, una cosa nascosta”.
“Indovina dove ho messo il tuo orologio? Indovina? Acqua, acqua, fuochino, acqua, fuoco…”.
“Questo non è un segreto, è un gioco, anzi uno scherzo e ridammi subito l’orologio”.
“Papà, ma tu hai detto che è una cosa che si nasconde”.
“Si, ma è una cosa che si nasconde dentro un’altra. Per esempio il mare nasconde dei fondali di tutti i colori con i pesci che ci vivono dentro. Se sai immergerti, magari con le bombole, puoi scoprire i suoi segreti”.
“Io voglio andare sotto il mare per scoprire i segreti”.
“Quando ti fai più grande ti insegno, per adesso accontentiamoci della maschera”.

“E ci sono altri segreti d’estate?”
“Si, per esempio i ricci”.
“Quelli che hai mangiato ieri?”
“Si, bravo proprio quelli. Hai visto sono pieni di aculei pungenti, ma al loro interno conservano un frutto segreto che si può mangiare sulla bruschetta”.
“ Ah ah ah, ma che dici. Mica i segreti si possono mangiare?”
“Hai ragione non si mangiano. Va bene andiamo sulla spiaggia a vedere queste stelle cadenti”.

“Papààààààà, papàààààà io l’ho vista”.
“E hai espresso il desiderio?”
“Si però ora non mi piace e ne voglio un altro”.
“Allora pensa un altro desiderio segreto e quando vedi un’altra stella dici Nuova stella annulla la precedente”.
“Uffa, ma non cadeeee”.
“Bisogna avere pazienza”.
“Uffaaaaa. Allora lo dico. Io voglio comprare un sacco di giochi e portarli tutti sempre a mare”.
“Ma noooo, non si dice a tutti e ad alta voce”.
“Io lo voglio dire così quando vedi la stella glielo dici tu il mio desiderio segreto”.
“E chist è O’ segret e Pulicinell*”

*Modo di dire Napoletano per indicare un segreto noto a tutti che parte con l’espressione Mi raccomando non lo dire a nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.