Baby Boss: Bambini sostituiti da cuccioli di cane

I bambini rischiano di essere sostituiti da cuccioli di cane.

E’ da questo assunto che prende spunto il film Baby Boss.

Lo aveva già detto il Papa qualche tempo fa a proposito del preoccupante spodestamento dei neonati da parte degli animali da compagnia negli Stati Uniti, ma ora, con un film davvero divertente, la Dreamworks spinge alla riflessione anche gli atei, i buddisti, i comunisti e i cinofili.

In effetti noto sempre più come ci sia una maggior voglia di sacrificarsi per un cucciolo di Labrador piuttosto che per un cucciolo d’uomo. 

A pensarci bene ci sono tutte le ragione.

Il cucciolo di cane non ti priva del sonno, non lo devi allattare, non gli devi cucinare le pappine né dargli omogeneizzati puzzolenti.

Il cucciolo di cane non porta pannolini e quindi la spesa è notevolmente ridotta. Al massimo ci sarà la spesa per la paletta e i sacchetti usa e getta, ma quanto potranno mai costare?

Il cucciolo di cane non ti coinvolge in colloqui con gli insegnanti, al massimo capita di dover parlare un po’ con l’addestratore, ma un corso dura al massimo un anno, per non parlare del fatto che sei assolutamente esonerato dai gruppi whatsapp.

Al cucciolo di cane puoi dire “Amore di mamma” oppure “figlio mio” senza averlo mai partorito e senza avere la palpitazione di doverlo sistemare.

Certo anche il cucciolo di cane può subire atti di bullismo oppure innamorarsi senza essere corrisposto. 

La questione però, come al solito, è riuscire a stare nel mezzo. Io amo i cani e tutti gli altri animali (tranne i rettili), penso che occorra prendersene cura nel miglior modo e che la stessa cosa si debba fare anche con i figli senza sovrapporre però le due cose. 

Nel film il rischio è che un super cucciolo possa sostituire un fratellino. Per fortuna Baby Boss viene mandato sulla terra nella famiglia di Tim Templeton per risolvere il problema. Il protagonista però avrà una brutta gatta da pelare: un fratello. 

Esilaranti le scene di competizione tra il fratello maggiore, Tim, e il nuovo arrivato, il piccolo Boss, ma per fortuna l’amore trionferà.

Non esiste un amore giusto, quello per gli esseri umani non è superiore a quello per gli animali, c’è solo la capacità di amare e chi ce l’ha non la confonde.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *