Weekend con i bambini:Viaggio d’istruzione o viaggio distruzione?

Finalmente un weekend con tutta la famiglia per un viaggio di quelli che organizzi nei dettagli per non avere brutte sorprese.

Finalmente tre giorni lontani dalla città per respirare aria buona, rilassarsi e staccare dal lavoro.

Fin qui tutto regolare, ma poi ad un certo punto ti accorgi che stare in giro tutto il giorno per scoprire nuovi luoghi, visitare chiese millenarie, vedere laghi grandi come il mare è una fatica immane e all’improvviso il viaggio diventa distruzione.

Parti con l’idea di riposarti, poi dici: “Va bè, siamo qui, che facciamo quella chiesa non la visitiamo?” oppure “Se facciamo altri 10 km possiamo vedere anche quel paesino in riva al lago” e così quello che poteva essere un momento d’istruzione per te e la tua famiglia si trasforma in una vera distruzione.

Sono tornato a casa senza neanche un briciolo di forze, come se ci volesse una settimana per recuperare dalla stanchezza di quello che doveva essere un viaggio per ricaricarsi.

Capisco che la conoscenza è sofferenza, ma chi me lo aveva prescritto?

Ho pensato quindi di stilare un promemoria per le prossime volte che spero possa essere utile anche a voi nel caso vogliate organizzare un weekend istruttivo-rilassante. (che non è un tipo di massaggio, ma una formula che in partenza prevede di riposare visitando giusto due cosine)

  1. Il viaggio, che sia in treno o in auto, deve durare al massimo due ore.

  2. La struttura dove alloggerete non deve essere sperduta (altrimenti impiegate un’ora solo a cercarla ogni volta).

  3. Trascorrere un giorno nella struttura senza fare niente (al massimo un libro oppure giocare con i bambini).

  4. Scegliere solo un luogo da visitare più due chiese al massimo ( Non strafate tanto tutte non ce la fate a vederle perché in Italia ce ne sono molte).

  5. Viaggiate con coppie senza figli (Se riuscite a convincerli, anche dietro compenso, vi daranno una buona mano con i bambini e sarete più liberi)

  6. Evitare i luoghi con l’erba se in primavera soffrite di rinite e allergie varie.

  7. La frittata di maccheroni deve essere più piccola della ruota di scorta per evitare problemi di ingombro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *