Come tagliare i capelli

“Papà, voglio tagliarmi i capelli come quel bambino”. taglio di capelli per bambini

“In che modo?”

“Come quelli della foto qui a fianco”. 

“Veramente?”

“Sì, però puoi dire al parrucchiere se mi fa anche i segni?”

“Ho in mente di lasciarti certi segni che non hai idea”. 

“Papà, ma io dico come quelli dell’altra foto”. taglio di capelli per bambini 2

“Ma hai mai visto qualcuno della famiglia che ha un taglio del genere?”

“Io”. 

“Ma non pensi siano brutti. Uno mi sembra che ha in testa una marmotta e l’altro che abbia un taglio incompleto”. 

“Tanto poi crescono”. 

“Hai ragione, qui da noi diciamo: Guai e capelli non mancano mai!”

Un giorno tuo figlio torna a casa chiedendomi una cosa strana o meglio strana per me. Per lui avere i capelli in stile Gomorra cafonal è un vezzo. La prima cosa che mi chiedo come padre è dove ho sbagliato. Mi interrogo sui miei gusti musicali, sui vestiti che indosso, sul concetto di bellezza e sulle riviste che circolano in casa. 

Nessuno a casa ha un look eccentrico, nessuno cerca di attirare l’attenzione e non abbiamo neanche foto con i cantanti neomelodici. Lo ammetto qualche volta ho visto il boss delle cerimonie, ma non credo sia sufficiente a fargli acquisire un gusto discutibile. 

Sono indeciso su come comportarmi. Le soluzioni sono varie: 

  1. Rispetto la volontà di mio figlio e lo porto a tagliare i capelli come vuole.
  2. Rispetto la volontà di mio figlio e lo porto a tagliare i capelli come vuole, ma non scende da casa fino a che non ricrescono.
  3. Lo porto dal parrucchiere sempre di lunedì. 
  4. Lo convinco con frasi tipo: Babbo Natale ai bambini con i capelli tagliati in quel modo non porta i regali.
  5. Rispetto la volontà di mio figlio e lo porto a tagliare i capelli come vuole, ma poi espatrio. 
  6. Rispetto la volontà di mio figlio e lo porto a tagliare i capelli come vuole, ma poi cerco di farlo recitare in Gomorra così almeno guadagna qualche soldo.
  7. Gli proibisco assolutamente quel taglio perché a mamma e papà non piace. 
  8. Telefono al parrucchiere chiedendogli il favore di dire che non è in grado di fare quel tipo di taglio. 
  9. Rispetto la volontà di mio figlio e lo porto a tagliare i capelli come vuole, ma poi vado da uno psicologo per capire dove ho sbagliato. 
  10. Rispetto la volontà di mio figlio e lo porto a tagliare i capelli come vuole, ma poi la notte glieli raso dicendo che è venuta la fatina dei capelli (Quella a differenza di quella dei denti non lascia i soldi, anzi porta via i capelli quando un bambino ha un taglio che a lei non piace)

Vi prego aiutatemi

1 comment

  1. Replylucia masciullo

    La numero uno Francesco! Non avere dubbi. Se lo contrasterai lo desidererà ancora di piú! Invece , lasciandolo fare, capirà che , anche con quel taglio, non é di certo piú felice! Fidati……ci siamo già passati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *